Carta dei servizi

ASSOCIAZIONE “IL RICCIO”

Carta dei servizi

L’associazione “Il Riccio” rivolge il proprio operato a persone con Disturbi dello Spettro Autistico, con un’età media compresa tra i 14 e i 35 anni.

Gli interventi vengono erogati in sinergia con le ASL e i servizi sociali di rifermento, oltre che in accordo con le famiglie.

La missione dell’associazione è quella di favorire un adeguato inserimento nel contesto sociale di riferimento e, in un’ottica preventiva, scongiurare la possibilità di sviluppare disturbi psicologici specifici (disturbi d’ansia, dell’umore, di personalità, ecc) che potrebbero andare a complicare un quadro diagnostico di per sé complesso.

Metodologia di riferimento

La cornice metodologica adottata, di matrice cognitivo-neocomportamentale, fa riferimento alle “Linee guida nazionali per il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti” rilasciate dal Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute. I trattamenti cognitivo-neocomportamentali sono altresì indicati dall’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte che ne riconosce la specificità e l’efficacia nel trattamento dei disturbi dello spettro autistico.

Ogni intervento prende in considerazione lo specifico quadro di funzionamento clinico di ogni singolo soggetto con diagnosi di Disturbo dello Spettro Autistico e, in tal senso, tende ad essere il più possibile individualizzato.

Data la specificità delle persone a cui Il Riccio si rivolge (soggetti Asperger ed con autismo ad alto funzionamento secondo la precedente classificazione nel DSM IV-TR), gli interventi attuati mirano prevalentemente a sviluppare comportamenti sociali funzionali, favorire uno sviluppo emotivo equilibrato, promuovere condotte comunicative adeguate, ampliare la gamma di interessi.

L’intervento si basa sui punti di forza di ogni persona e, a partire da essi, promuove l’acquisizione di competenze nelle aree deficitarie usando come mezzo le diverse esperienze appositamente pensate e proposte.

Nell’attuazione degli interventi un’attenzione particolare è dedicata all’educazione cognitivo-affettiva con lo scopo di promuovere la comprensione della correlazione tra pensieri, credenze ed emozioni proprie ed altrui. Migliorare la comprensione degli aspetti affettivi e cognitivi coinvolti nella comunicazione e nelle interazioni sociali, consente di favorire l’acquisizione di abilità sociali più adeguate, oltre che capacità di gestione ed espressione di pensieri ed emozioni più consone.

L’obiettivo al quale si tende è quello di favorire una maggiore autonomia nella gestione delle situazioni-problema, promuovendo comportamenti adeguati e congruenti al contesto e all’interlocutore.

Le attività proposte

Oltre ad attività individuali, che vengono progettate in modo personalizzato secondo degli obiettivi specifici di volta in volta definiti, l’associazione propone attività in gruppo. Lo scopo di tali attività è quello di offrire occasioni sociali, volte al superamento dell’isolamento a cui i soggetti con Disturbi dello Spettro Autistico tendono, all’interno delle quali poter esperire ed agire in modo naturale le regole che governano le interazioni sociali, sperimentare la reciprocità, aumentare la flessibilità comunicativa e il repertorio di interessi.

Sono due le macro aree sulle quali si concentra l’attività dell’associazione: la realizzazione di attività pratiche che veicolano apprendimenti specifici mediante “il fare” e l’attuazione di attività di natura psico-educativa con l’obiettivo di accompagnare gli apprendimenti più concreti allo sviluppo di una maggiore consapevolezza dei processi cognitivi ed emotivi che regolano i comportamenti sociali, emozionali e comunicativi.

Vengono anche proposti soggiorni estivi e week end fuori casa con l’obiettivo di favorire l’acquisizione di autonomie e la generalizzazione degli apprendimenti anche in contesti non noti, oltre che per offrire ai ragazzi la possibilità di svolgere esperienze in una cornice di vacanza.

Un’ulteriore area di intervento è relativa alla promozione dello sviluppo di competenze pre-professionali e professionali nell’ottica di un accompagnamento ad un possibile inserimento lavorativo.

Laboratori pratici

- Riparazione canoe

- Vela

- Teatro

- Fotografia

- Moovie

- Radio

- TV

Attività psico-educative

  • Gruppo di discussione su tematiche specifiche
  • Laboratorio “Io: il mio corpo, i miei pensieri, le mie emozioni”
  • Soggiorno estivo
  • Viaggi all'estero; Berlino, Myhnih, New Jork, Costa Azurra
  • Week and in autonomia




La partecipazione dei ragazzi alle attività viene valutata a seconda del progetto educativo specifico pensato per ognuno di essi e condivisa con gli attori della rete che hanno in carico il caso.

Le risorse dell’associazione

Nello svolgimento della propria attività l’associazione si avvale della collaborazione di educatori professionali e operatori sociali, di psicologi e di psicologi psicoterapeuti specializzati in Disturbi dello Spettro Autistico.

L’associazione svolge la propria attività sul territorio di Torino, presso la sede di Piazza Don Albera n°2, o presso la sede del circolo Amici del Fiume sito in corso Moncalieri 18.

Per lo svolgimento delle altre attività l’associazione si avvale della collaborazione con:

Il Circolo Nautico di Torino, sede di Viverone;

Il circolo Gli Amici del Fiume;

Velevento

Radio RNC

Riferimenti

Per richiedere informazioni contattare Julian Popllo al 346 7563823 o inviare una mail a info@associazioneilriccio.com